Il gruppo di Biella ha acquisito la maggioranza di Thom Browne, l’azienda di New York di abbigliamento uomo-donna. L’azienda, in precedenza controllata da un fondo, ha un valore stimato intorno ai 500 milioni di dollari.

Oramai l’export del gruppo italiano è oltre il 90% per cui l’operazione si inserisce nella strategia di allargare la presenza nel mercato americano attraverso l’acquisizione di un marchio molto forte nel Stati Uniti.

Un bel segnale per il settore della moda ma anche per il made in Italy. AS