Uscito Italian Food Retail and Distribution Sector Report 2018 pubblicato dalUSDA  Foreign Agricoltural Service il 26 giugno 2018

Questo rapporto offre una panoramica dei settori della distribuzione alimentare italiana e delle tendenze del mercato, comprese le migliori prospettive sui prodotti. Emerge un mercato italiano molto diversificato. Ipermercati/supermercati, minimarket e discount e negozi specializzati coesistono con negozi di alimentari tradizionali d’angolo e mercati all’aperto. Dal report emerge che l‘Italia è la terza più grande economia dell’eurozona con un PIL stimato a 2,2 trilioni di dollari e un PIL pro capite di 36.800 dollari. L’Italia esporta principalmente prodotti di consumo verso gli USA per 4,6 miliardi di dollari a fronte di 1 miliardo di dollari che l’Italia importa di prodotti agricoli e ittici dagli Stati Uniti.

Le maggiori catene sono AGORA’, CONAD, EUROSPIN, COOP ITALIA, CRAI, DESPAR, ESSELUNGA, AUCHAN, BENNET, CARREFOUR, FINIPER, IL GIGANTE, LIDL ITALIA, METRO, SELEX.

Nel 2017 i rivenditori di generi alimentari hanno registrato un fatturato di circa 71 milioni di euro. I consumatori italiani sono sempre più rivolti ai prodotti biologici e l’Italia si trova di fronte a una proliferazione di catene come Ecor o NaturaSì. I prodotti in questi punti vendita tendono ad avere margini più elevati rispetto ai tradizionali e quindi tutti i grandi rivenditori di generi alimentari da Coop a Conad e Selex hanno sviluppato le proprie private label di salute e benessere.

Oltre alle indicazioni per l’esportazione in Italia, il report elenca alcuni fattori chiave del mercato e delle tendenze dei consumi, tra questi:

– l’invecchiamento della popolazione e la domanda di prodotti per la salute e il benessere;

– la società e il crescente numero di famiglie single stanno guidando la richiesta di pasti pronti e miscele da forno;

– la crescita dei super alimenti esenti da prodotti quali glutine o lattosio prodotti sul territorio attraggono sempre più i consumatori italiani;

– cresce la richiesta di tracciabilità e informazioni sui metodi di produzione.

AS