Dal rapporto sulla ristorazione 2017 della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE) emerge che i consumi alimentari fuori casa sono ai livelli pre-crisi. La ristorazione, con 41 miliardi di euro di valore aggiunto, è il settore trainante della filiera agroalimentare italiana e costituisce il terzo mercato in Europa dopo Regno Unito e Spagna. Mentre continua a calare la spesa alimentare in casa, nel 2018 le famiglie italiane hanno speso per mangiare fuori casa oltre 83 miliardi di euro (+ 3% rispetto al 2016). Oltre 5 milioni di italiani fanno colazione abitualmente al bar (oltre 8% della popolazione) e 13 milioni pranzano abitualmente fuori casa (oltre il 20% della popolazione). Un settore in crescita anche a livello occupazionale con oltre un milione di unità di lavoro. Resta comunque alto il numero di imprese che chiudono e si evidenzia dal rapporto come solo il 40% dei ristoranti utilizza strumenti digitali per la gestione dei processi aziendali. Dall’osservatorio del centro studi della FIPE si registra un clima di fiducia negativo (rapporto Sentiment I trimestre 2018) AS