I principali risultati:

  • Utile Netto del Gruppo: 64,7 milioni di euro (+74,1%)
  • Risultato netto ricorrente (FFO): 49,0 milioni di euro (+22,8%)
  • Ricavi gestione caratteristica: 108,1 milioni di euro, +6,6% (LFL Italia +1,5%, Romania +7,0%)
  • Vendite operatori gallerie Italia +1,8%; rilevanti upside al rinnovo dei contratti (Italia +5,7%; Romania +2,3%)
  • Loan To Value 48,0%; costo medio del debito in ulteriore calo a 2,85%

Bologna, 9 novembre 2017 Il Consiglio di Amministrazione di IGD – Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. (“IGD” o la “Società”), uno dei principali player in Italia nella proprietà e gestione di Centri Commerciali della Grande Distribuzione Organizzata e quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Elio Gasperoni, ha esaminato e approvato le informazioni finanziarie periodiche  aggiuntive al 30 settembre 2017.

SOLIDI ANDAMENTI OPERATIVI IN UN POSITIVO CONTESTO RETAIL

Il terzo trimestre dell’anno ha fatto registrare performance particolarmente positive ( vendite operatori +4,3% escluso ampliamento ESP) che portano il totale vendite operatori gallerie Italia a +3,7% (incluso l’ampliamento ESP inaugurato il primo giugno 2017, +1,8% escludendolo), mentre gli ingressi fanno registrare un +0,1% rispetto all’anno precedente, in ripresa grazie anche a un effetto calendario (un sabato in più e un giovedì in meno).

Gli ingressi in Romania sono in territorio negativo (-2,2 %) in quanto influenzati dall’apertura di nuovi centri commerciali oltre che da lavori interni di fit-out; in ogni caso, i fondamentali in termini di consumi e andamenti retail della regione continuano ad essere particolarmente positivi e il riscontro è dato dall’occupancy rate (96,9% )  e dagli upside al rinnovo (+2,3%).

Anche in Italia è proseguito il positivo andamento delle attività di commercializzazione già registrato nel corso dei precedenti trimestri:  in totale  nei  9 mesi dell’anno sono stati sottoscritti 134 contratti tra rinnovi e turn over con upside medio del +5,7%; mentre l’occupancy media (gallerie e iper) si è attestata al 96,8%.

RISULTATI FINANZIARI IN ACCELERAZIONE (FFO +22,8%) 

I ricavi complessivi consolidati ammontano a ca.112,9 milioni di euro, in crescita del +10,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In particolare, i ricavi da attività locativa, pari a 103,4 milioni di euro, hanno registrato un incremento del +6,1% con una variazione dovuta:

  • per ca. 1,3 milioni di euro alla crescita like for like (+1,5%) in Italia. Crescono le gallerie (+2,1%) per le attività di commercializzazione concluse tra fine 2016 e i nove mesi correnti e minori sconti concessi. Contributo per circa 1/3 dell’inflazione (ca 50bps)
  • per ca.  4,3 milioni di euro ai maggiori ricavi sul perimetro non omogeneo (Centro Maremà a Grosseto inaugurato a fine ottobre 2016 e apertura dell’ampliamento di ESP il primo giugno 2017)
  • per ca. 0,5 milioni di euro, ai maggiori ricavi like for like della Romania (+7,0%) dovuti alle attività di commercializzazione e rinegoziazione.

Anche i ricavi da servizi sono in crescita (+19,4%) e ammontano a 4,7 milioni di euro. La voce è composta prevalentemente da ricavi da Facility Management in aumento (+8,4%)  rispetto al precedente periodo per effetto di nuovi mandati di gestione. Rientrano anche Ricavi da Agency e pilotage per le attività relative all’apertura dell’ampliamento di ESP.

I ricavi da Trading del progetto Porta a Mare per ca. 4,9 milioni di euro sono relativi alla vendita di 17 unità residenziali e pertinenze. Si segnala, altresì, che alla data di approvazione della trimestrale sono state compromesse ulteriori 8 unità residenziali; il totale degli appartamenti venduti/impegnati ha quindi raggiunto il 79% del totale della superficie commerciale.

L’Ebitda della gestione caratteristica è pari a 75,9 milioni di euro, in crescita del 7,7 % rispetto al 30 settembre 2016. I maggiori ricavi della gestione caratteristica (anche per l’ampliamento del perimetro immobiliare) e l’incremento meno che proporzionale dei costi diretti e delle spese generali hanno portato l’Ebitda Margin della gestione caratteristica ad attestarsi al 70,2%, in aumento di 70 punti base rispetto allo scorso anno. L’Ebitda caratteristico Freehold (relativo al perimetro immobiliare di proprietà) raggiunge il 79,7%, in crescita di 100 punti base rispetto a settembre 2016.

La gestione finanziaria è in diminuzione (-14,1%) a 26 milioni di euro. Il risultato è frutto delle recenti attività di liability management, oltre al decremento del nozionale di alcuni IRS,  nonostante la maggiore PFN a fine periodo. Si conferma quindi il percorso di riduzione del costo medio del debito al 2,85 % ( vs 2,91% a giugno 2017).

L’Utile Netto di competenza del Gruppo del periodo ammonta a 64,7 milioni di euro, in crescita del 74,1%.

Il Funds From Operations (FFO) è pari a 49,0 milioni di euro, in crescita del 22,8% rispetto ai primi 9 mesi del 2016.

Il Gruppo conferma gli obiettivi di crescita dell’FFO per l’intero 2017, pari a +20%, comunicati e rivisti ad agosto scorso.

La Posizione Finanziaria Netta del Gruppo IGD al 30 settembre 2017 , pari a –1.065,71 milioni di euro, come sopra ricordato è diminuita rispetto al 30 giugno 2017  per 11,05 milioni di euro.

Al contempo il gearing ratio e il Loan to Value si attestano rispettivamente al 0,96x e al 48,0% nel pieno rispetto dei parametri indicati nel Business Plan.

Si riportano di seguito gli schemi di conto economico, situazione patrimoniale-finanziaria, rendiconto finanziario e posizione finanziaria netta consolidata e lo schema di conto economico gestionale del Gruppo IGD al 30 settembre 2017.

Leggi tutto (clicca qui)

 

www.gruppoigd.it