Con deliberazione della Giunta regionale n. 67 del 27 gennaio 2012 la Regione Liguria ha emanato una circolare con il quale vengono forniti i criteri per l’applicazione delle disposizioni di cui all’art. 31, comma 1, del Decreto Legge 6.12.2011, n. 2011, convertito in Legge 22 dicembre 2011, in materia degli esercizi commerciali. In tale circolare si precisa che dette “disposizioni sono state emanate dallo Stato in materia di tutela della concorrenza (materia di competenza esclusiva statale ai sensi dell’art. 117, comme 2, lettera e) della Costituzione) e pertanto si ritiene che le stesse siano immediatamente applicabili…”. Viene inoltre precisato che “i Comuni possano adottare, adeguatamente motivati, provvedimenti nelle forme previste dai singoli Statuti comunali (Ordinanze Sindacali, Determinazioni Dirigenziali, etc..) finalizzati a limitare le aperture notturne o a stabilire orari di chiusura correlati alla tipologia e alle modalità di esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande per motivi di pubblica sicurezza, per tutelare i consumatori, e più in generale i cittadini, nei loro fondamentali diritti (ad esempio problematiche connesse alla somministrazione di alcolici, criticità legate alla cosidetta “Movida”, particolarmente sentito nel territorio ligure), con particolare roferimento alla tutela della salute, della sicurezza e dell’integrità ambientale (ambiente, paesaggio, patrimonio culturale)”. (Nella sezione Monitor /Area giuridica/ Normativa regionale/Liguria/Orari attività commerciali é consultabile e scaricabile il testo del provvedimento)