Per favorire l’uscita dei dipendenti in esubero, il Gruppo Electolux ha stilato ai primi di aprile un accordo con Assofranchising per fornire a coloro che vogliono avviare un’attività commerciale in proprio un’ampia informazione sulle aziende disponibili a operare in franchising. E non solo. Ma Assofranchising si rende disponibile a illustrare loro i vantaggi della formula del franchising e a trasferire loro tutto il knox how necessario a operare secondo questa modalità imprenditoriale. In effetti, in un momento di crisi come quello attuale che tocca anche l’elettrodomestico, il posto fisso può risultare più rischioso di un’attività imprenditoriale autonoma vera e propria. Vi sono alcuni settori, infatti, che stanno registrando un trend di crescita importante in questa formula. Si pensi solo alla ristorazione, con i suoi sottosettori della ristorazione rapida, pizzerie e caffetterie, alla ristorazione a tema, pub e alle gelaterie, yogurterie e chioschi oppure ai servizi specialistici come l’abbigliamento bambino, i servizi postali, stampa e comunicazione, la cosmetica e le profumerie, le erboristerie, dietetica e parafarmacia. Fra l’altro Electrolux un anno fa aveva messo a punto un piano sociale di circa 30 mio euro per gestire i tagli occupazionali dovuti alla crisi del settore: incentici all’uscita, al part-time e al reimpiego e la messa a disposzione gratuita di aree per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali.